Piano Sociale Ambito S9

size size size

Azioni di sistema - Persone anziane

Persone anziane piano di zona s9

Il Piano di Zona S/9 sostiene l'autonomia ed il mantenimento nel proprio ambiente di vita degli anziani in condizione di autosufficienza e non autosufficienza. L'offerta territoriale dei servizi spazia dall'assistenza domiciliare integrata alle attività socializzanti, ricreative e motorie dei Centri polivalenti. Si tratta di un importante sostegno anche per le famiglie impegnate nella cura costante e nell’organizzazione quotidiana dell’assistenza della persona anziana.

Assistenza Domiciliare Socio-assistenziale "Home Care Premium – INPS"

Ai sensi e per gli effetti del DM 463/98, l’INPS ha, tra i propri scopi istituzionali, l’erogazione di prestazioni sociali in favore dei dipendenti e dei pensionati pubblici e dei loro familiari. Tra le differenti modalità di intervento a supporto della disabilità e non autosufficienza l'INPS (ex INPDAP) ha scelto di valorizzare l’assistenza domiciliare con il progetto Home Care Premium, ovvero un contributo “premio” finalizzato alla cura, a domicilio, delle persone non autosufficienti. L'Ambito Sociale S9 è stato individuato quale soggetto partner per la realizzazione del modello HCP 2014, ai sensi dell’art. 8, comma 3, lettera a), della legge n. 328/2000.

l progetto è rivolto ai dipendenti pubblici e pensionati INPS - EX INPDAP, i loro coniugi conviventi e i loro familiari di primo grado, NON AUTOSUFFICIENTI. Pertanto posso aderire i dipendenti pubblica istruzione: insegnanti - collaboratori scolastici - impiegati amministrativi scolastici;
dipendenti enti locali:i comuni – provincia – regioni – asl – ministeri – enti ospedalieri;
i dipendenti forze armate: esercito – aereonautica – marina – polizia - polizia penitenziaria – carabinieri – vigili del fuoco – guardia di finanza – forestale;
tutti i dipendenti e pensionati, utenti dell’inps – gestione dipendenti pubblici.

I servizi PREVISTI sono:

  • Prestazioni prevalenti: l’istituto riconosce al beneficiario un contributo mensile per l’erogazione dell’Assistenza Domiciliare.
  • Prestazioni integrative: l’istituto riconosce al beneficiario servizi aggiuntivi a supporto del percorso assistenziale.

Presso l'Ufficio di Piano di Sapri è attivo uno Sportello Sociale Informativo
TEL: 0973 605522
Orari: Lunedì, Mercoledì, Venerdì 9.00 – 13.00
Martedì 11.00/13.00 e 15.00/18.00
Giovedì 15.00 -18.00



Centro Sociale Polifunzionale "Seneca"

Il Centro Sociale Polifunzionale è una struttura a ciclo diurno con di protezione sociale con funzione di accoglienza, ospitalità, orientamento e socializzazione, a basso livello di integrazione sanitaria, che si rivolge ad anziani autosufficienti o parzialmente autosufficienti. Il C.S.P. è articolo in spazi multifunzionali, per offrire una pluralità di attività finalizzate a favorire la continuità delle relazioni sociali dell'anziano e la permanenza nel proprio ambiente abitativo ed affettivo, limitando il rischio di emarginazione e sostenendo l'autonomia individuale. In relazione agli orari di apertura, il Centro deve, altresì, garantire la somministrazione dei pasti e l'assistenza per le funzioni quotidiane degli anziani ospiti (lavanderia, igiene personale). Il Centro deve favorire forme di autogestione o co-gestione, attraverso modalità organizzative che coinvolgono direttamente gli anziani/utenti e le loro famiglie. L’ambito ha inteso attivare le attività aggregative attraverso la promozione di laboratori Seneca in rete.

Progetto "La Spigolatrice - viaggio dal '900 ad oggi"

Progetto "Casaletto nella memoria"

Progetto "Musica in Coro"

Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) per anziani

La R.S.A. è una struttura residenziale ad elevata valenza socio-sanitaria con un livello di servizi sanitari medio-alto e di tipo ex-ospedaliero. Essa si rivolge ad anziani ultrasessantacinquenni non autosufficienti, privi di idoneo supporto familiare e che non possono essere assistiti a domicilio o nei C.D.. Le RR.SS.AA. garantiscono interventi sia di natura socio-assistenziale, volti a garantire o recuperare le relazioni sociali ed i livelli di autonomia e di benessere, sia di natura sanitaria, volti a prevenire e curare malattie croniche e degenerative. La finalità delle attività è quella del recupero e della cura psico-fisica dell'anziano. Le residenze sono organizzate in unità base, ovvero moduli con una capienza di massimo 20 ospiti, differenziate in base alla prevalente connotazione del bisogno. Un modulo è riservato per la degenza a termine. L’Ambito interviene anche con la compartecipazione ai costi generati dalle collocazioni attivate tramite UVI.

Telesoccorso-Telefonia Sociale

Il servizio di Telesoccorso ha per finalità quella di garantire risposte immediate agli anziani che vivono in contesti ambientali isolati, che sono soli e che, per precarie condizioni di salute, potrebbero trovarsi uno stato di emergenza e di bisogno. Al servizio accedono, prioritariamente, gli anziani che, dotati dell’idonea apparecchiatura, si trovano in situazione sia socio-economica che sanitaria particolarmente disagiata. Attraverso un'apposito apparecchio, in caso di necessità, l'anziano invia un segnale di allarme alla centrale che, ricevuta la segnalazione, attiva tempestivamente l'intervento di pronto soccorso. Il servizio di Telesoccorso svolge, sostanzialmente, azioni di sorveglianza telematica e di teleassistenza. Il servizio di Telefonia Sociale è un servizio finalizzato a limitare la condizione d'isolamento nella quale le persone ultrasessantenni possono trovarsi per situazioni tanto di disagio ambientale e socio-economico quanto di precarietà delle condizioni di psico-fisiche. Il servizio tende a limitare il rischio di emarginazione sociale, condizione che spesso caratterizza gli anziani anche autosufficienti, orientandoli e fornendo informazioni che favoriscano la continuità delle relazioni sociali e la comunicazione con il sistema dei servizi socio-assistenziali e socio-sanitari territoriali. L’ambito interviene, finanziariamente, anche con i fondi PAC.

Assistenza Domiciliare Socio-assistenziale (ADA)

L’Assistenza Domiciliare a carattere Socio-assistenziale (ADS) è un servizio rivolto ad anziani con limitata autonomia, che vivono da soli e/o che vivono con famiglie che non sono in grado di assicurare un buon livello di assistenza per la cura e l'igiene della persona e della casa e per il mantenimento delle condizioni di autonomia. La finalità del servizio è quella di favorire la permanenza dell'anziano nel suo ambiente abitativo e sociale e di accrescere la sua capacità di autodeterminazione, attraverso sia attività socializzanti, limitando il rischio di emarginazione sociale, sia prestazioni assistenziali, atte a prevenire malattie cronico-degenerative. Il servizio di ADS deve comprendere un pacchetto di prestazioni, indirizzate al sostegno di carattere organizzativo per lo svolgimento tanto delle attività di base della vita quotidiana dell'anziano quanto per lo svolgimento di attività strumentali. Il servizio può favorire l'integrazione con altre tipologie di servizi previsti per gli stessi utenza. .A.D.I.: L'Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) è un servizio tutelare a valenza socio-sanitaria, erogato, quindi, in compartecipazione con l' ASL, rivolto ad anziani in condizioni di limitata autosufficienza, non autosufficienti e/o di recente dimissione ospedaliera, che necessitano, oltre a prestazioni di assistenza domiciliare di tipo sociale anche di prestazioni sanitarie. L' accesso al servizio avviene in seguito alla valutazione del caso da parte di una equipe multidisciplinare (Unità di valutazione Integrata - UVI) composta da personale dell' ASL, di competenza sanitaria, e da personale del Piano di zona, di competenza sociale. L’ambito interviene, finanziariamente, anche con i fondi PAC.

A.D.I. - Cure Domiciliari Integrate

Le Cure Domiciliari Integrate sono un servizio sociosanitario che si realizza attraverso procedure unitarie e condivise tra ASL e Comuni dell'Ambito per l'accesso, la valutazione e la presa in carico delle persone non autosufficienti. E' un complesso di prestazioni (sanitarie e sociali) erogate a domicilio in modo continuo ed integrato, in relazione alla natura ed alla complessità dei bisogni dell’assistito. La tipologia e la durata delle prestazioni é definita dalla Unità di Valutazione Integrata attraverso una valutazione multidimensionale del caso ed un progetto personalizzato. Obiettivo del servizio é fornire un'adeguata assistenza a persone che presentano problematiche di tipo sanitario e sociale, evitando ricoveri "impropri" o l'ingresso in strutture residenziali, rendere possibili dimissioni ospedaliere protette, favorire il recupero o la conservazione delle capacità di autonomia e di relazione. In base al livello d'intensità assistenziale sanitaria, le Cure Domiciliari sono suddivise in tre livelli. L’ambito interviene, finanziariamente, anche con i fondi PAC.

Cure Domiciliari I e II livello

Comprendono le prestazioni già definite ADI. Si rivolgono ad anziani che, pur non presentando criticità specifiche o sintomi particolarmente complessi, necessitano di continuità assistenziale ed interventi programmati a domicilio e prevedono la responsabilità clinica del M.M.G. per i processi di cura sanitaria. Le prestazioni sanitarie sono operative per I livello: 5 giorni su 7 e per il II liv. : 6 giorni su 7 (dalle 8.00 alle 20.00). Le prestazioni sociali di assistenza tutelare ed aiuto infermieristico sono operative nei giorni feriali dalle 6.00 alle 22.00 per minimo 8 ore settimanali ma possono essere concentrate su uno o più giorni rispetto ai 5 o 6 delle prestazioni sanitarie, secondo le esigenze del caso da concordare con l'utente e la sua famiglia. Cure Domiciliari III livello : assorbono le precedenti definizioni di assistenza territoriale domiciliare per pazienti terminali, Ospedalizzazione Domiciliare e Cure Palliative. Comprendono interventi professionali erogati da equipe specialistiche per malati che con bisogni di elevato livello di complessità e criticità specifiche (malati terminali, con malattie neurologiche-degenerative, con necessità di nutrizione artificiale, con necessità di supporto ventilatorio invasivo, in stato vegetativo o di minima coscienza in fase avanzata e complicata di malattie croniche). Prestazioni mediche, infermieristiche, dietologiche, riabilitative fisioterapiche e logopediche, psicologiche e medico-specialistiche, articolate in 7 giorni su 7 e, per cure palliative: pronta disponibilità medica h 24 . Per le prestazioni sociali lo standard minimo é di 15 ore settimanali.